sabato 15 dicembre 2012

Il Natale in giro per il mondo, tra luminarie, alberi e presepi.




Anche se la crisi si è abbattuta a livello mondiale, il Natale rimane una di quelle ricorrenze che va festeggiata degnamente.

È per questo che le città si sono addobbate a festa e da fine novembre fanno a gara per le decorazioni più luminose, l'albero più alto o il presepe più originale.


Chi è in Italia può ammirare a Roma, il tradizionale Albero di Natale in Piazza Vaticano, una tradizione  secolare, mentre quello innovativo di Piazza Venezia, crea già qualche polemica.



Sempre nella capitale troviamo un altro albero, l'Albero della Pace a favore del Worl Food Programme, promosso dall'ambasciata del Belize con la città di Roma, che si può ammirare a Trinità dei Monti, mentre a piazza San Silvestro trovate la casetta di Babbo Natale.

Se si pensa agli Alberi di Natale però, non si può pensare al più famoso, quello di New York. Ogni anno infatti il gigantesco abete rosso di oltre 24 metri che domina il Rockfeller Center, sopravvissuto anche all'uragano Sandy, viene adornato con 45.000 luci e si trasforma nel simbolo natalizio della Grande Mela.

A Washington il grande albero della Casa Bianca ogni anno viene acceso i primi di dicembre così da illuminare ed abbellire la dimora del Presidente.

Tornando in Europa eccoci a Londra, che ogni anno propone temi differenti. Il 2012 è dedicato ai Giochi di Londra che vedremo rappresentati nelle luminarie di Regent Street, mentre quelle di Oxford Street sono sponsorizzate da Marmite e quelle di Carnaby sono state progettate dai Rolling Stones. 
L'Albero di Natale rappresentativo della capitale inglese lo possiamo ammirare a Trafalgar Square, alto 25 metri ed addobbato con sontuosità.

Le luminarie più famose di Parigi sono sicuramente quelle che vanno da Place de l'Etoile a Place de la Concorde, ovvero gli Camps Elysers, 200 alberi che costeggiano la strada scintillando grazie a migliaia di ghirlande multicolore, inaugurate il 18 novembre da Diane Kruger.
Rimanendo nella capitale francese si può ammirare l'albero più alto, 21 metri delle Galerie Lafayette, storico tempio dello shopping parigino, abbellito da cristalli Swarowsky, mentre in tema di mercatini non posso non citare Marché de Noel de la Defense, il più grande con oltre 200 chalet in legno. 

Il fascino del Natale si sente moltissimo a Vienna dove la Magia dell'Avvento trasforma la piazza di fronte al Municipio in un luccicante paese da fiaba con casette che propongono addobbi natalizi, regali, dolciumi e bevande calde. A sovrastare il tutto ci pensa un enorme Albero di Natale.

Altra città degna di nota è Praga. Grazie ai Vanocni Trhy, i tipici mercatini natalizi, viene trasformata un un posto da fiaba. Il grande albero posto vicino alla statua di Jan HusM nella Piazza della città Vecchia, ne sottolinea il fascino.


Infine Madrid con i suoi presepi. Esistono più di venti presepi, con tanto di tour organizzato per conoscerli nei dettagli. alcuni sono da emergenti come quello di Palazzo Reale, nel Salone de Alabarderos o quello della Galeria de Cristal del Palazzo de Cibeles o ancora quello della Cattedrale Metropolitana di Nuestra Senora la Reale di Almudena.

Tra gli altri Alberi di Natale degni di nota, una menzione va sicuramente anche a quello di Rio de Janiero posto sulla laguna Rodrigo de Freitas decorato con bellissimi fiori, quello dorata di Seoul, quello di Nizza allestito su una fontana, quello immenso della Piazza Rossa a Mosca o quello più alto del mondo, un'abete 650 metri disegnato sul versante sud del monte Ingino, inaugurato dal Presidente Napolitano.

Scegliete quindi la meta che preferite dove trascorrere il vostro Natale. Io quest'anno ho optato per Madrid!