giovedì 31 gennaio 2013

La Francia si aggiudica il Bocuse d'Or, le Olimpiadidell'enogastronomia.


Bocuse d'Or è la storica competizione culinaria che si svolge Lione. Nata nel 1987 su intuizione e volere di Paul Bocuse, stellato chef d'oltralpe e padre della 'nouvelle cuisine', e da Albert Romain, organizzatore del business centre Sirha, in cui si svolge il concorso che è diventato negli anni la versione enogastronomica delle Olimpiadi.

La gara è semplice: ventiquattro squadre composte dai migliori chef, in rappresentanza di altrettanti paesi da tutto il mondo, tre giudici eccellenti e solo due giorni per dimostrare d'essere i migliori.



I team si sfidano, in una gara ad eliminazione, proponendo piatti e ricette innovative, nate dallo studio dell'ingrediente e della materia prima. I concorrenti vengono suddivisi a sorteggio in due batterie da 12 squadre ed in 5 ore e 35 minuti devono completare la propria proposta.

La squadra italiana era nel blocco con Estonia, Danimarca, Sri Lanka, Australia, Svizzera, Francia, USA, Inghilterra, Norvegia, Ungheria e Giappone. 



Nell'edizione Bocuse d'Or '13, per la prima volta, tra i tre giudici che designeranno il vincitore, c'è stato un italiano Enrico Crippa, tre stelle Michelin, chef del ristorante Piazza Duomo di Alba.



Tra i premiati però non troviamo italiani. Ad aggiudicarsi l'importante trofeo sono i componenti della squadra francese, capitanata da  Thibaut Ruggeri (che si aggiudicano un assegna di 20mila euro), seguiti dal team della Danimarca, che era guidato dallo chef Jeppe Foldager e da quello del Giappone, guidato dallo chef Noriyuki Hamada, che porta a casa la medaglia di bronzo. 
Per quanto riguarda i gli altri premi troviamo:
- Miglior Promozione: Guatemala

- Miglior Poster (ogni squadra realizza un'immagine che la rappresenti): Ungheria
- Miglior commis: Kristian Curtis del Regno Unito
- Premio Speciale per il miglior piatto di Pesce: Norvegia
- Premio Speciale per il miglior piatto di carne: UK