martedì 19 febbraio 2013

Appuntamento dal 23 al 25 febbraio con White, salone arricchito connuovi spazi e nuove alleanze

Domani avverrà il passaggio di testimone tra Londra e Milano ed il popolo della moda, arriverà nel capoluogo lombardo per assistere alle collezioni di pret a porter che delineeranno le tendenze per il prossimo autunno inverno.

Gli occhi però non saranno puntati solo sulla Milano Fashion Week perché nelle giornate dal 23 al 25 febbraio si svolgeranno due Saloni che attireranno l'interesse di tutti gli addetti al settore e non solo.

Il primo è White, un appuntamento già affermato, che va ad arricchirsi ogni anno con nuove iniziative, mentre il secondo è Super, il nuovo salone di moda nato dall'alleanza tra Pitti Immagine e FieraMilano. Due realtà che convivono pacificamente, anzi vanno a dare energia e vitalità al settore moda.

Veniamo a White. White, parte in modo positivo con 417 espositori (+ 20% rispetto all'edizione di febbraio 2011), nuovi spazi e nuove alleanze, ma vediamo nel dettaglio.

Dei 417 espositori, 116 sono le new entry dall'Italia e più di 43 dall'estero. Tra queste una menzione va a Opening Ceremony, collezione ideata da Carol Lim e Humberto Leon (direttori creativi di Kenzo) ed a Toga Pulla direttamente dal Sol Levante, ed a Borsalino che ritorna dopo un periodo di assenza.

Il Superstudio Più, in via Tortona 27, ospiterà le label di ricerca e d'avanguardia tra le quali, special guest, Zucca, fondata nel 1988 a Tokyo da Akira Onozuka (già assistente di Issey Miyake) e presente in concept store del calibro di Guya a Firenze, Top Ten a Torino e Boule de Neige a Milano.

L'ex Ansaldo, sempre in via Tortona, ma al civico 54, sarà il luogo dello sport-style e delle aziende esordienti di Inside White, che in un anno sono passate da 27 a 50.

Stessa via, questa volta civico 35, dove troviamo l'hotel Nhow, location per il debutto di White Suite, la vetrina dello stile new classic, 60 brand, tra i quali spicca Lodental, ossia il loden reinventato da Andrea Provvidenza.

La kermesse avrà poi una sezione dedicata anche i profumi di nicchia, White Beauty.

Nuove spazi quindi, ma anche nuove alleanze, in particolare il ponte tra Roma e Milano che nasce grazie alla collaborazione con AltaRoma. Con A. I. Remove, progetto nato in seno ad AltaRoma per promuovere le nuove leve dell'eccellenza italiana, infatti, la fiera attinge dal vivaio di AltaRoma, per ospitare nello Spazio Lounge appositamente allestito 15 partecipanti.

Dedicata ai nuovi talenti, invece, la mostra 'Be Blue Be Balestra-A homage to Renato Balestra', un luogo di sperimentazione già realizzato a Roma e riproposto in versione ampliata, grazie al contributo di una ventina di giovani designer, che verrà presentata la sera di domenica 24 febbraio nella struttura ProgettoCalabianaMilano in via Calabiana 6.

Il ProgettoCalabianaMilano è un 'contenitore polifunzionale', inaugurato a gennaio con uno show di Fabio Quaranta, fortemente voluto da Marina Salamon, in collaborazione con M.Seventy, la società organizzatrice di White. Tra i molti progetti che ospiterà nei prossimi mesi, va ricordato, il 24 e 25 ottobre, 'Frontiers of Interaction', importante appuntamento su design, tecnologia e interattività.