giovedì 9 maggio 2013

Addio ad un grande stilista ed un grande uomo.





Lo stilista Ottavio Missoni è morto nella sua casa di Sumirago nel Varesotto, dove si trova anche la sede dell'azienda di moda da lui fondata.

Lo stilista nei giorni scorsi era stato ricoverato per uno scompenso cardiaco e insufficienza respiratoria e poi dimesso il primo maggio scorso.

La storia di Ottavio Missoni è davvero unica e continua ad affascinare il mondo. Nato nel 1921 a Ragusa, attuale Dubrovnik, Ottavio è cresciuto a Zara. Dai 16 ai 32
anni (con la parentesi della prigionia) è stato campione di atletica, nei 400 metri piani ed a ostacoli, vincendo per ben 23 volte la maglia azzurra, conquistando 8 titoli italiani, l'oro ai mondiali studenteschi nel 1939, ed arrivando sesto alle Olimpiadi del 1948 e quarto agli europei del 1950.

Questi erano gli anni dell'incontro con Rosita e con essa la scelta di calarsi nel suo mondo ed iniziare una piccola produzione di indumenti sportivi, quell'attività che gli farà scalare le vette della moda e nei maggiori musei del mondo.

Nel 1969 nasce lo stabilimento e la casa di Sumirago, nel varesotto, dove ancora adesso la famiglia vive e lavora, sempre con spirito artigianale,
'
Dal matrimonio sono nati i Missoni Angela e Luca, attualmente alla guida dell'azienda e Vittorio, recentemente scomparso dallo durante un viaggio ai Caraibi al largo delle isole venezuelane di Los Roques.