giovedì 18 luglio 2013

A Salina la terza edizione del Malvasia Day





Se amate la Malvasia e siete nella sua terra madre, la Sicilia, non mancate domani alla 3.a edizione del Malvasia Day, che si terrà a Salina presso il Capofaro Malvasia & Resort. 

La Malvasia é un vino liquoroso ottenuto da uve malvasia provenienti dal territorio marsalese, il cui mosto viene, appena fermentato, addizionato ad alcool per preservare la delicatezza degli aromi primari che caratterizzano questo vitigno. Dopo un anno di affinamento in botti di rovere il vino si presenta dal colore ambrato.

Per conoscere meglio questo nettare, la famiglia Tasca d’Almerita, che dal 1830 racconta con amore e passione la Sicilia attraverso il vino e le sue eccellenze, organizza per il terzo anno il Malvasia Day, una giornata di seminari e degustazioni per scoprire le interpretazioni più rappresentative della Malvasia in compagnia dei produttori di tutte le Eolie.

Quindici i produttori di Malvasia che si incontreranno per un confronto sul pregiato 'vino dei vulcani' e sulle interpretazioni della malvasia che questa terra offre. Colosi, Marchetta, D’Amico, Azienda agricola Giona, Virgona, Fenech, La Rosa, Carlo Hauher, Caravaglio, Florio arriveranno dall'isola di Salina, La Vigna di Casa Pedrani da Panarea, Tenute di Castellaro da Lipari e Paola Lantieri da Vulcano. Non mancherà, grazie a Giovi anche la Grappa di Malvasia.

Si inizia alle 18 con il seminario su 'La Malvasia ed i suoi territori', condotto da Daniela Scrobogna, Responsabile della Didattica Nazionale Ais, a cui farà seguito Andrea Gabbrielli, giornalista romano ed autore del volume 'Il vino e il mare', che terrà il seminario sulla 'Viticoltura insulare come patrimonio dell’umanità'.

La serata proseguirà con le degustazioni alla presenza dei produttori, che proporranno le loro interpretazioni della Malvasia sulla terrazza del Capofaro Resort, con una vista mozzafiato, che spazia su Stromboli e Panarea.

Quest’anno Tasca d’Almerita proporrà in degustazione, oltre alla Malvasia dolce, anche la nuova declinazione di Malvasia secca DIDYME, antico nome di Salina indicante le due montagne gemelle, antichi vulcani spenti. Un omaggio alla sua terra e alla sua storia.

Alla manifestazione partecipano esperti, appassionati o semplici curiosi, che vivono questa giornata come un momento di aggregazione, dialogando, assaggiando e scoprendo le differenti espressioni della Malvasia.