domenica 7 luglio 2013

Regole di stile al mare. Le cose da evitare





Maleducati, irrispettosi, arroganti. In una parola: cafoni. Una 'specie' non certo in via d’estinzione e che durante l’estate mostra a tutti il suo lato peggiore. 

L’habitat naturale del cafone estivo è senza dubbio la spiaggia, ma anche nelle città d'arte gli esemplari sono tanti. Cafoni si è e si fa. Le fontane diventano enormi catini per pediluvi o addirittura vere e proprie vasche da bagno. Monumenti storici e scalinate si trasformano in posti ideli per pic nic o riposini.

Basterebbe un semplice decalogo, alcune regolette che farebbero stare tutti meglio, tipo: 

NO a costume o pareo fuori dalla spiaggia


NO a tacco 12 e trucco da sera al mare


NO a occhiali scuri costantemente indossati dall’alba al tramonto


NO a pediluvi nelle fontane


NO a picnic o riposini su monumenti storici o scalinate 


NO a volume alto musica-stereo


NO a parlare a voce alta o urlare al cellulare


Quest' ultima forse è una delle abitudine del cafone più fastidiose. Costretti ad ascoltare, gli sfortunati vicini, le vicende personali dell'urlatore maleducato che, via cellulare o meno, consapevolmente o no , allontana ogni possibilità di relax e silenzio.