giovedì 29 agosto 2013

Con l'inaugurazione ufficiale prende il via la 70esima Mostra delCinema di Venezia





Con Gravity, ultima opera di Alfonso Cuarón, prende ufficialmente il via la 70esima Mostra del Cinema di Venezia. L'apertura iniziale infatti è avvenuta ieri sera, ma già il giorno precedente non erano mancati gli avvenimenti a partire dall'evento ufficiale in Campo San Polo per Francesco Rosi ed il suo 'Le mani sulla città'.

C'è stato poi il taglio di nastro delle Giornate degli Autori a Villa Zavagli con 'L'arbitro' di Paolo Zucca con Stefano Accorsi e Geppi Cucciari e due eventi mondani: il party internazionale di Variety al Danieli ed quello de L'Uomo Vogue, prima alla terrazza Maserati dell'Excelsior e poi alla Palazzina G per la cena, a cui hanno partecipato Marina Abramovich, Eva Riccobono, Clotilde Coureau, Stefania Rocca, Paul Schrader, Alfonso Cuaron. 

Ma torniamo alla serata inaugurale. Sul Red carpet hanno sfilato oltre ai protagonisti del film di apertura, un elegante George Clooney in smoking Giorgio Armani, che si è ampiamente concesso ai fans e Sandra Bullock (entrambi nella foto sotto), splendida in un abito rosso fuoco, numerose celebrities, dalla madrina del Festival, Eva Riccobono, al presidente della giuria Bernardo Bertolucci accompagnato da alcuni membri come Carrie Fisher, Ryuichi Sakamoto, Martina Gedeck e Virginie Ledoyen e Ksenia Rappoport, attrice russa, nella giuria della sezione 'Orizzonti' (foto sotto con abito blu notte Alberta Ferretti)

Per le presenze istituzionali c'erano il Presidente della regione Luca Zaja ed il sindaco di Venezia Giorgio Orsoni, mentre mancava il ministro Bray assente giustificato.

Non è mancata sul red carpet, la gara all'abito, più elegante o quello più eccentrico (questo sicuramente vinto come di consuetudine da Marina Ripa di Meana). Si sono visti comunque anche alcuni scivoloni in fatto di eleganza.

'Sappiamo che forse il cinema non può cambiare il mondo, ma può creare un mondo' questa la benedizione del presidente della giuria di Venezia 70 Bernardo Bertolucci, un grande maestro che ha ottenuto che tutto il pubblico si alzasse in piedi

Sul palco della Sala Grande del Palazzo del cinema la conduttrice Fiammetta Cicogna, in abito verde mela di Alberta Ferretti (foto sotto) e la madrina Eva Riccobono, (foto sopra) con uno splendido abito color cipria di Giorgio Armani Privè, presentava l'edizione di quest'anno, definendola una 'rassegna consapevole dei tempi, lucida, contemporanea con film di grandi maestri e giovani autori'. 

Alberto Barbera, contrariamente alle sue abitudini di direttore non protagonista, è salito sul palco e ha presentato i componenti della giuria del concorso e le altre tre giurie dell'edizione 2013 del festival. 

Il presidente della Biennale Paolo Baratta ha ricordato i progressi per la riqualificazione degli spazi della Mostra, i progetti che si realizzeranno nel 2014, il mercato che cresce d'interesse, la Biennale College ed il film Venezia 70 - Future Reloaded. 

Dopo la proiezione, tutti alla cena della Biennale sulla spiaggia dell'Excelsior il cui menù ha offerto sedani al nero di seppia con ragù di pesce spada, cosciotto cotto leggermente affumicato con crema di rafano, seppioline farcite alla mousse di gamberetti mango e coriandolo, riso integrale rosso con verdurine e gamberetti.

Il dopocena è proseguito per pochi intimi in privato con Clooney e la Bullock alla Palazzina G.

E da oggi inizia il concorso con il primo film italiano 'Via Castellana Bandiera' esordio al cinema di una grande del teatro Emma Dante