domenica 1 settembre 2013

Gli appuntamenti del primo settembre al Festival di Venezia





La giornata di ieri ha visto protagonista assoluta la dama del cinema e del teatro inglese, la meravigliosa Judi Dench, 78 anni di bravura e elegante bellezza, un Oscar da non protagonista per 'Shakespeare in love' e decine di premi importanti, che con la sua interpretazione in 'Philomena', dieci minuti di applausi, ha ipotecato la Coppa Volpi e si proietta per la nomination all'Oscar.

Il suo ritratto di madre alla ricerca instancabile del figlio, forzatamente dato in adozione, è un trionfo e lei si limita a ringraziare 'È la storia vera di Philomena ad emozionare'. L'unico commento? 'Non ho mai portato tanta lacca nei capelli in vita mia. Ecco, questa è Philomena', racconta l'attrice britannica.

Oggi invece sarà la giornata di 'Parkland' il film di Peter Landesman, che vede un cast di primissimo livello che comprende Zac Efron, Tom Welling e Paul Giamatti. Il film ripercorre le vicende caotiche verificatesi a Dallas, il 22 novembre del 1963, il giorno in cui fu assassinato il presidente John F. Kennedy. Delusione per le molte ragazzine che attendevano Efron, ormai sempre più lanciato verso ruoli drammatici, che non sarà presente al festival per impegni su altri set.

L'ex maghetto Harry Potter, Daniel Radcliffe, sarà invece presente a Venezia come coprotagonista di 'Kill your darlings' di John Krokidas, presentato alle Giornate degli Autori, nei panni del poeta della beat generation Allen Ginsberg. Ginsberg, Kerouac, Burroughs, sono diventate delle vere e proprie icone della controcultura. Ma chi erano prima? Questa è la storia di tre giovani che si sono trovati e scelti e di un brutale omicidio che ha consacrato il loro primo sodalizio.

In concorso per Venezia 70 verrà poi presentato 'Kase Tachinu (The wind rises)' il nuovo film di Hayao Miyazaki, la storia del non vedente Jiro che sogna di volare e di progettare splendidi aeroplani, ispirati dal famoso ingegnere aeronautico italiano Caproni. Il maestro giapponese del cinema di animazione, già Leone d'oro alla carriera, torna in concorso con un film poetico, onirico, a tratti commovente, sul tema mai esaurito del contributo degli scienziati alla guerra, ambientata negli anni intorno alla Seconda guerra mondiale.

Farà invece discutere 'Miss violence', la storia di violenza familiare legata alla morte di un bambina, messa in scena dal greco Alexandros Avranas.

In Orizzonti possiamo assistere al debutto alla regia di Gia Coppola, nipote di Francis, in 'Palo alto', tratto dalle Palo Alto stories, scritte da James Franco, presente anche nel cast. Racconta le vite di Teddy, April, Fred ed Emily che bevono, fumano marijuana e fanno sesso per superare l'inquietudine dell'adolescenza. Nel cast oltre a Franco, Emma Roberts, Jack Kilmer, Val Kilmer, Keegan Allen, Nat Wolff, Colleen Camp.

Ma oggi sarà anche la giornata della consegna del premio Kineo Diamanti al Cinema, prodotto da Tiziana Rocca.

La serata sarà ricca di eventi, a partire da quello organizzato alla Fondazione Cini all'isola di San Giorgio, per festeggiare i 10 anni dell'edizione italiana di Vanity Fair. Dalle ore 20.30, sono attesi attori e celebrities italiani ed internazionali, stilisti ed imprenditori. Ospiti d’onore della serata James Franco e Roberto Bolle, interprete di un esclusivo cortometraggio, diretto da Fabrizio Ferri, dedicato ai 10 anni del settimanale, presetato durante la serata. L’étoile sarà anche protagonista del trailer, sempre girato da Ferri, della nuova Citroën C3 Vanity Fair, esposta all’interno della Fondazione Cini.

Sempre questa sera, Mal ed i suoi evergreen, animeranno la festa anni '60 alla terrazza Disaronno, al Lido, che si trasformerà in un locale sixties in occasione della presentazione dei primi cinque dvd della collana Il tuo anno, prodotta da Istituto Luce Cinecittà e Rai Cinema, distribuita da 01. Makeup e pettinature a tema dallo sponsor Cotril e oggetti di culto dell'epoca tra cui parrucche, occhiali, collane, spille e materiale anni Sessanta a disposizione per entrare nel mood della festa. 

Domani invece è attesa alla Mostra il Ministro per l'Integrazione Cècilie Kyenge la cui partecipazione è prevista in tre eventi legati alle tematiche dello ius soli, della non discriminazione e al cinema sulla diversità e l'integrazione.