domenica 26 ottobre 2014

Il Calendario Lavazza diventa eco solidale ed in limited edition





Il Calendario Lavazza è diventato ormai un appuntamento annuale, ma questa volta non è uguale alle altre. Il tema scelto per questa edizione infatti, segue la filosofia di Expo2015, evento a cui l'azienda presenzierà come protagonista a Padiglione Italia.


La cornice per la presentazione è il Salone del Gusto, nello spazio progettato dall'architetto Fabio Novembre, che accoglie i visitatori al Salone torinese, nel Padiglione 2 del Lingotto.

È qui che viene presentato il nuovo Calendario, ma soprattutto il nuovo progetto che vi sta dietro. Protagonisti infatti del Lavazza 2015 sono gli Earth Defenders, ovvero le donne e gli uomini che lavorano la terra in Africa.

12 ritratti, da Nadia, orgogliosa paladina dell'olio di argan in Marocco, a John, guardiano delle zucche di Lare in Kenya, ad Asnakech, sentinella a guardia delle
piantagioni di caffè in Etiopia.

Chiude il Calendario l'immagine dei bambini della scuola di padre Peter, in Tanzania, che, festosi, lanciano in aria semi di caffè, simbolo di un futuro possibile.

Il Calendario Lavazza 2015, porta la firma di Steve McCurry, con direzione creativa di Armando Testa. Il celebre fotografo, al termine della conferenza, si è dedicato alla firma dei Calendari Lavazza con le sue foto e si è mostrato entusiasta della sua prima volta al Salone del Gusto.

'E' stato un viaggio incredibile. Abbiamo voluto rappresentare la dedizione di queste persone a difesa delle proprie comunità del cibo. Sarebbe un peccato lasciare scomparire queste tradizioni uniche', ha commentato McCurry.

Francesca e Giuseppe Lavazza hanno tenuto a sottolineare l'importanza di difendere il prodotto, la qualità e lo sviluppo sostenibile, e che,  l'80% della produzione del caffè, è nelle mani di 25 milioni di piccoli produttori che posseggono solo un ettaro o poco più di terreno, un numero che con l'indotto sale a 100 milioni.

Per la prima volta il Calendario quindi, è in vendita in edizione limitata, a sostegno del progetto '10.000 orti in Africa', mentre dal sito Calendar2015.lavazza.com prende il via la call-to-action per diventare Difensori della Terra attraverso una donazione a favore degli orti africani o facendosi portavoce del progetto sui canali social con l'hastag #earthdefenders.



























Nessun commento: