giovedì 13 febbraio 2020

I prodotti by Carlo Cracco in vendita nella sua boutique online




I prodotti a firma dello chef Carlo Cracco escono dalla Galleria Vittorio Emanuele II per entrare nelle case di tutti gli italiani, grazie ad una raffinatissima boutique online. 

Un modo per poter raggiungere in modo più semplice le persone. Non tutti hanno modo di venire a Milano e così lo chef ed il suo staff hanno pensato di mettere a disposizione tanti prodotti online, comodi facili ed accessibili

"È un'estensione del nostro Café e della nostra pasticceria. È un modo per entrare nelle case degli italiani, proprio come farebbe un libro. A noi interessa creare una nicchia. Facendo sempre bene quel che facciamo", spiega Cracco

mercoledì 5 febbraio 2020

San Valentino 2020 Il pensiero perfetto per rendere indimenticabile questa festa





La festa degli innamorati si avvicina e, se è vero che non serve un giorno particolare per dirsi ‘ti amo’, è altrettanto vero che un’occasione speciale in cui condividere un momento di piacere in comune o regalarsi qualcosa che sottolinei il sentimento reciproco, è particolarmente gradito.

San Valentino è fatto apposta per ricordarci delle persone a cui vogliamo bene, ma, anche se la festa è nata per celebrare i rispettivi partner, non è detto che il sentimento si possa estendere all’amica del cuore o, perché no, verso se stessi. In fondo i primi da amare dobbiamo essere proprio noi…

A chiunque quindi sia destinato il vostro pensiero, troverete di seguito alcune idee per trascorrere una giornata o semplicemente un momento, indimenticabile.

sabato 1 febbraio 2020

Indice Bigot. Conoscere il vigneto per proteggerlo dalle avversità.





“Se non studi ti mando a zappare la terra”. Sarà capitato a molti di voi di sentir dire in passato questa frase, rivolta a scolari poco volonterosi, ma oggi giorno non è più attuale. Conoscere la terra infatti, è fondamentale per ottenere buoni prodotti e quindi bisogna apprendere. 

Parlando in campo vitivinicolo ad esempio, c’è stata una vera e propria trasformazione. Nel secolo scorso si considerava che la qualità del vino derivasse dalla cantina, dando molta importanza ai consulenti. Negli anni ’70 vengono sostituiti i recipienti di cemento con quelli di metallo, le grandi botti si sono ridotte in pezzature più piccole, fino ad arrivare alle barrique, si cercavano i metodi per estrarre il più possibile dalle bucce. 

Col passare del tempo le cose cambiano, si capisce l’importanza del vigneto, e quindi quanto sia rilevante conoscere la terra, la vigna conquista lo stesso livello della cantina. Alcuni antesignani avevano già introdotto questa filosofia, grazie al divieto dell’uso di prodotti chimici o come Rudolf Steiner, studioso austriaco degli anni ’20, che ha iniziato ad illustrare agli agricoltori i principi dell’agricoltura biodinamica.