lunedì 14 aprile 2014

Vestire la casa è la nuova moda della moda




Lo stile non lo si indossa soltanto, ormai lo avrete capito, lo si vive. E tra le prime cose che ci circondano e che definiscono il nostro stile, sono sicuramente il nostro abbigliamento e la nostra casa.

Ecco quindi che gli stilisti, dopo aver per anni creato abiti ed eventualmente firmato accessori, si sono sempre più lanciati in licenze che riguardano la casa.

Piatti, oggetti, tessuti, persino carte da parati, è un pullulare di designer che confermano le proprie linee o debuttano durante il Salone del Mobile, in uno spin off chiamato Milano Design Week.

L'antesignano fu nel 1993 Gianni Versace che mise la medusa, simbolo del brand, su piatti e cuscini. Vediamo oggi com'è cambiato il design e quali sono le proposte più interessanti che arrivano dal mondo fashion.

Intreccio tra stile e luce da Jimmy Choo, che ha collaborato con l'artista italiano Leclettico (Claudio Loria), per la creazione di una serie di sculture formate da specchi e tubi di neon lavorati artigianalmente. Le installazioni, richiamano l'atmosfera della campagna pubblicitaria del marchio dedicata alla primavera/estate 2014, con protagonista Nicole Kidman, ritratta in una giungla urbana illuminata da lampi di luce.

Anche Herme's ha seguito la stessa scia, e per arricchire il suo universo della casa ha lanciato due nuove collezioni di lampade, 'Pantographe' e 'Harnais', create dal designer Michele De Lucchi, e un modello modulabile, 'La Lanterne d'Herme's', ideata dal creativo francese Yann Kersale'. La maison, inoltre, ha lanciato i tessuti d'arredo e carte da parati, una linea di arredi su misura per interni, 'les Curiosite's d'Herme's', disegnata da Philippe Nigro, e alcune riedizioni di Jean-Michel Frank.

Sedute, poltrone, chaise-loungue. Sono tanti quelli che si ispitano alle sedute. Roberto Cavalli per la sua linea Home, presenta nel suo nuovo showroom la nuova poltrona Wings, dove il concetto di lusso incontra il progetto industriale. Trussardi affronta il tema con A-round chair, la sedia iconica della collezione della casa con un gioco di rotondità che si susseguono e un percorso di curve delineato dalla struttura tubolare in acciaio sulla quale è incastonata la seduta, un cerchio perfetto e lo schienale.

Splendida la nuova LC4, la chaise-longue progettata da Charlotte Perriand, Le Courbusier e Pierre Jeanneret nel 1928 e rieditata per Cassina in 1000 pezzi con il savoir faire di Louis Vuitton nella lavorazione del punto sella e i suoi materiali.

La sedia Stardust è la punta di diamante tra i pezzi disegnati da Thierry Lemaire per Fendi. Tradizionale e di comode proporzioni con struttura a vista in legno e rivestimento in velluto, mentre Seventy adotta l'innovazione sostenibile interpretando Dahila, realizzata con strati di cartone a doppia onda e colle naturali e rivestita dal jacquard geometrico del brand.

DieselLiving with Foscarini presenta Pylon, una lampada il cui nome deriva dai tralicci della luce a cui il corpo solido in ferro si ispira, che riguarda un abito, mentre Lapo Elkann trasporta la passione per gli occhiali grazie a Italia Indipendent che insieme a Meritalia presenta Eye-Eye, uno specchio nato rivisitando il modello più famoso: lo 090.

Biancheria per il letto per Simonetta Ravizza, plaid, coperte e cuscini per Brunello Cucinelli, mentre Missoni si lancia su tre linee: Pittsburgh tutta a zig zag, il tema Flower Power e per la tavola la nuova linea Missoni by Richard Ginori.

Il Salone del Mobile è anche occasione di opening. Così Etro inaugura il rinnovato negozio Home in Brera, con la presentazione della prima capsule di mobili, mentre il Gruppo Miroglio apre in Piazza della Scala il nuovo concept store, 600 mq all'interno del quale si possono trovare tutti i brand del marchio oltre agli special look creati da Gabriele Colangelo per Caractère e da Massimo Giorgetti per Elena Mirò. 

Debutto nella linea Home infine per Stella Jean, caratterizzata dal colore e dall'etnico, così come per quella di abbigliamento. 'A Métissage Experience by Stella Jean' è un progetto presentato in questi giorni, un'istallazione temporanea della capsule collection nel nuovo spazio Brian&Barry Building.






Seduta di Trussardi 





Divano Prada





Le posate in argento di Bottega Veneta e manico knotted






Dirk Bikkembergs incontra Teuco 







Biancheria letto Simonetta Ravizza 






Lampada Harnais di Hermes 


Nessun commento: