martedì 26 gennaio 2016

Imparare la cucina francese con chef e pasticceri madrelingua grazie a 'Pas Peur du Beurre'




Quella di cui vi parlo oggi è un'iniziativa che oltre a essere piacevole per convivialità, trovo produttiva.

Saper parlare bene altre lingue è infatti molto utile, ma imparare il linguaggio specifico per la propria professione, non sempre è facile.

Il team Les Parisiennes organizza eventi e laboratori creativi in lingua per chi vuole migliorare inglese e francese divertendosi.

'Pas Peur du Beurre' è una delle ultime iniziative ideate e consiste in un ciclo di incontri gastronomici con chef, pasticceri e insegnanti madrelingua francese, per imparare a cucinare e "disquisire" di croissant, cocotte, crème e salse dolci e salate.

Fil rouge degli incontri l’ingrediente più spalmato dai francesi e (forse?) più temuto dagli italiani: il burro. 'Pas peur du beurre' significa infatti "niente paura del burro".

Ogni evento è in francese con il supporto di insegnanti madrelingua. 

La ricetta per la serata sarà convivialità, buon appetito e un sano bicchiere di vino, il miglior banco di scuola per abbattere imbarazzi e ansia da performance linguistica.

Il 28 gennaio si terrà l’evento di presentazione aperto al pubblico (10 €) che introduce gli incontri: Beurre-lesque. Si tratta di uno show gastronomico conviviale con musiche popolari (la guinguette, una danza da sagra nella Francia anni '50), una performance teatrale interattiva e folies des croissants. Dress-code richiesto, beret & bretelle, nuova tendenza parigina.

Il secondo appuntamento sarà interamente dedicato a croissant e pain au chocolat. Da venerdì 5 febbraio, un pasticciere francese e gli insegnanti della scuola di lingue Prêt à parler, insegneranno agli ospiti come cucinare, apprezzare e disquisire di croissant e altre delizie del petit dejeuner. Al termine della serata gli ospiti porteranno a casa croissant freschi che dovranno riposare per una notte intera.

Giovedì 18 febbraio vanno in scena le sauces salée. Lo chef insegnerà ricette e possibili applicazioni sia di salse calde che fredde. Si inizia con la sauce hollandaise, che nonstante il nome, è francese al 100% in quanto inventata benché meno da Luigi XIV, la più cremosa sauce mousseline e sauce béarnaise a base di dragoncello. Verranno inoltre preparate una velouté Roux a base di besciamella e la sause financier, una salsa blanche per crèpe salate. Tra le salse a emulsione fredda verrà preparata anche una maionese verte da abbinare a uova e crudité. 

La serata di giovedì 3 marzo è dedicata alle sauces sucrée. Dalla crème patissière, anche in variante mousseline, a quella chantilly che verrà preparata anche al gusto pistacchio e mirtillo. Il pasticciere svelerà anche i segreti della crème coulis al gusto fragola, lampone e mirtillo oltre che la ganache au chocolat et vanille. Il tutto armati di sac à poche per farcire eclair e profiterole. 

Folie des cocottes si terrà giovedì 17 marzo. Un piatto creato nell’ottocento, cocotte era una pentola ovale di ghisa che teneva le pietanze al caldo, ma anche una filosofia gastronomica con regole di cottura precise, che lasciano spazio alla creatività. L’appuntamento in collaborazione con una food blogger madrelingua proporrà ricette tradizionali e spunti inediti per fare bella figura con gli ospiti.

Il ciclo di Pas Peure du Beurre si concluderà giovedì 31 marzo con una sfida informale tra gli ospiti divisi in squadre. Ogni team dovrà preparare dei piatti a partire da un numero disponibile di ingredienti che potrà utilizzare solo cedendo parte del suo punteggio iniziale. La squadra vincitrice avrà quindi degli omaggi per i prossimi eventi e corsi di Prêt à parler e Les Parisiennes.

Gli eventi iniziano dalle 20.00 ed hanno una durata 2-3 ore circa. 


Info e prenotazioni: 
Géraldine 339 6889967

Nessun commento: