lunedì 10 luglio 2017

Don Juanito, un tour culinario nei paesi andini




In una città come Milano non è difficile trovare un ristorante. Più difficile è trovarne uno dove si mangia veramente bene, soprattutto scostandosi dalla cucina italiana. Per questo quando sono andata a provare il Don Juanito non avevo grandi aspettative.

Sapevo che l'attuale locale inizia la sua attività come bistrot del Don Juan e che dopo alcuni passaggi, ha riaperto, completamente rinnovato, lo scorso settembre.

La rinascita la si deve a Diego Muzzi, ex chef del Don Juan che insieme allo chef peruviano Alex, ha dato via ad un locale nel quale gustare, non solo ottima carne argentina, ma ad un vero e proprio menù che è un percorso gastronomico tra i paesi andini.

Perù, Cile, Bolivia, Argentina e una piccola incursione nel Brasile, caratterizzano infatti le proposte che qui potrete assaggiare. Due menù degustazione, uno di terra ed uno di mare, e piatti creati dagli chef in cui non mancano i prodotti e gli aromi locali.

La mia esperienza è stata positiva sin dall'ingresso nel locale. Mi sono trovata infatti in un ambiente elegante, ma contemporaneamente caldo ed accogliente, il luogo ideale per un incontro romantico, ma perfetto anche per incontrarsi con gli amici per fare due chiacchiere.

Al tavolo, mentre si decide cosa ordinare, troverete platano e mais da sgranocchiare, che ho abbinato con un vino argentino bianco, il Laborum Torrontés, dell'azienda El Porvenir de Cafayate, fresco e fruttato, veramente ottimo e perfetto anche per gli antipasti.

Ad aprire la mia cena infatti, le proposte del menù di pesce. Mi sono stati serviti empanada di frutti di mare, causa peruana ripiena di gamberi, jalea de mariscos e quinoa con gamberi.

Cambio di menù (e di vino) per i piatti seguenti, una vera e propria incursione nel menù di terra, che ha visto alternarsi maialino cotto a bassa temperatura (tenerissimo e cotto alla perfezione), entrecôte argentino, entrana con patate fritte, accompagnate da un bicchiere di Amaru Malbec, un rosso argentino corposo dell'azienda El Esteco. 

Un vero e proprio itinerario enogastronomico tra i paesi del Sudamerica, dove non mancano carne e pesce, mais e platano, le spezie locali come il peperoncino rocoto, sapori caratteristici, adattati al gusto italiano, terminato con un sorbetto alla maracuja, che ha pienamente soddisfatto il mio palato.

Una lode, oltre alla brigata in cucina, va anche al personale di sala, preciso e gentile, senza essere invadente. Un'ultima annotazione ai prezzi, assolutamente nella media milanese e oserei dire più che competitivi vista la proposta e la qualità dei piatti.



Don Juanito Restaurante
Corso di Porta Vigentina 33 Milano
Giorno di chiusura: sabato a pranzo e domenica




Interno locale 


Il menù degustazone. Carne o pesce?


Stuzzichini di platano e mais per iniziare la serata

Vino bianco argentino
Labourum Torrontés dell'azienda El Porvenir

Antipasto di pesce
Empanada di Frutti di Mare
Causa peruana ripiena di gamberi
Jalea de Mariscos
Quinoa e Gamberi

Vino rosso argentino
Amaru Malbec dell'azienda El Esteco

Maialino cotto a bassa temperatura
Entrecote Argentino
Entrana

Papas Fritas

Sorbetto di Maracuja

Lo staff del ristorante

Nessun commento: