lunedì 19 marzo 2018

Auguri Gualtiero Marchesi! Lo chef viene ricordato con un film ed una serata speciale




Gualtiero Marchesi è sempre stato un rivoluzionario, sia in cucina che nella vita, e quando propose per la prima volta di aprire una Fondazione che portasse il suo nome e seguisse le sue idee, la reazione di chi gli stava acconto fu di stupore, perché farlo in vita non avrebbe portato fortuna. 

Il Maestro però non ascoltò quelle voci e così nel 2010 nacque la Fondazione Gualtiero Marchesi, con il compito di trasmettere un patrimonio di esperienze professionali e di promuovere una cucina italiana innovativa. 

La Fondazione oggi è presieduta da Alberto Capatti e, per ricordare quello che sarebbe stato l’88.o compleanno dello chef, il 19 marzo ha deciso di ‘festeggiare’ con una serata speciale, patrocinata dai Ministeri dell'Agricoltura, del Turismo e degli Affari esteri. 

Si partirà con la proiezione del film "Gualtiero Marchesi The Great Italian", diretto da Maurizio Gigola, nel quale il pensiero di Marchesi è svelato dallo stesso maestro e dai cuochi che hanno incrociato la sua strada: dai grandi chef francesi, Pierre e Michel Troisgros, Alain Ducasse, Marc Haeberlin e Yannick Alleno, a quelli italiani della nuova generazione, suoi allievi o da lui influenzati, Andrea Berton, Massimo Bottura, Simone Cantafio, Daniel Canzian, Carlo Cracco, Enrico Crippa, Alfio Ghezzi, Ernst Knam, Pietro Leeman, Paolo Lopriore, Davide Oldani. 

Oltre a personaggi storici della ristorazione italiana, da Giorgio Pinchiorri ad Arrigo Cipriani, da Antonio Santini a Carlo Petrini, protagonisti del film sono le aziende selezionate da Marchesi per realizzare i suoi piatti e presenze fisse nel suo ristorante. Tra queste Cantine Ferrari, illycaffè, Parmigiano Reggiano e S.Pellegrino, quattro marchi di eccellenza dell'enogastronomia Made in Italy che hanno deciso di collaborare aderendo a questo progetto quale tributo a un ‘grande italiano’ che è stato un pilastro della cucina del nostro Paese. 

Ovviamente, non mancherà un racconto dei suoi piatti più celebri, tra tutti il riso, oro e zafferano, che è arrivato a quota 100mila piatti venduti. Si tratta però di un’opera che non celebra soltanto Marchesi, ma tutta la cultura enogastronomica, nell'anno del Cibo Italiano che il Ministro Maurizio Martina ha voluto dedicare proprio allo chef “che ha incarnato davvero i valori di un patrimonio unico facendoli conoscere a livello internazionale”. 

Dopo la proiezione al cinema Odeon, seguirà una cena con protagonisti i piatti storici di Marchesi e ospiti gli chef che sono stati alla sua scuola, escluso Cracco, che sarà a Mosca a seguire l'apertura di un nuovo locale. 

Sarà imbandita una vera rappresentazione del percorso marchesiano attraverso una carrellata di piatti storici: gli Spaghetti freddi al caviale, erba cipollina, l’insalata di capesante, zenzero e pepe rosa, il Riso, oro e zafferano, il Filetto di vitello alla Rossini secondo Gualtiero Marchesi e la Sacher Marchesi. 

La serata sarà una specie di format che verrà poi replicato in mezzo continente, a settembre in Europa, a ottobre in America e in novembre in Asia, nelle sedi delle ambasciate, dei consolati e degli istituti italiani di cultura nel mondo.

Sempre il 19 marzo, il gruppo virtuale cuochi italiani, ha deciso di omaggiare il Maestro realizzando in contemporanea, in centinaia di ristoranti nel mondo, il suo piatto 'Insieme armonico', che combina risotto al parmigiano e rigatoni all'amatriciana, realizzato all'indomani del terremoto di Amatrice. 

Da settembre poi, novità anche al Marchesino, dove farà il suo ingresso la pasticceria Ladurée, che aveva partecipato insieme a Marchesi al bando per l'assegnazione degli spazi in piazza Scala. 

























Nessun commento: