lunedì 30 settembre 2019

Uovo strapazzato con briciole di panettone





Per il secondo anno consecutivo lo chef Daniel Canzian ha realizzato, in collaborazione con Albertengo, un nuovo panettone, nel quale vengono sintetizzati i più profondi credo dello chef e che per questo ha deciso di chiamarlo MIO.

Albertengo, storico marchio piemontese nato agli inizi del ‘900 e più tardi specializzatosi nella produzione soprattutto di panettone, è oggi gestito da Livia e Massimo, terza generazione della famiglia, che sposano la stessa filosofia dello chef nella selezione e nella cura della lavorazione della materia prima e nell’attenzione maniacale di tutti i passaggi per la realizzazione di un prodotto di altissima qualità.

Partendo quindi dalla ricetta classica fornita da Albertengo, lo chef Canzian ha unito un tocco di contemporaneità, inserendo una pasta di arance arrosto, che non va a mutare gli assetti del panettone tradizionale, ma lo arricchisce delle note agrumate delle arance cotte al forno.

Il risultato è molto interessante in quanto, sin dall’inizio, il panettone si è mostrato molto più soffice, quasi fosse un pandoro, ma senza intaccare le sue caratteristiche tipiche. Anche l’assenza dei canditi non è penalizzante, grazie all’aroma degli agrumi nell’impasto e, altro aspetto positivo, è la percentuale bassissima di zucchero. 

La pasta di arance arrosto non è una novità per i clienti del ristorante di Canzian, visto che, durante la stagione invernale hanno potuto apprezzarla in alcuni piatti proposti dallo chef. Si tratta di una ricetta della tradizione regionale, restaurata da Canzian. E’ priva di aromi e conservanti, con meno del 10% di zuccheri e gli ingrediente base sono arance Navel o Tarocco unite a olio di mandorla. La si può acquistare in piccoli vasetti presso il ristorante.

MIO quindi non è un semplice panettone, in quanto rappresenta, nella sua essenzialità, l’archetipo della filosofia dello chef, ricette classiche nelle quali riesce a sintetizzare perfettamente semplicità e creatività. E quella che ci ha regalato ne è una dimostrazione.


Ingredienti:

Uovo (1 a testa)
Burro (una noce ogni uovo)
Sale (1 pizzico)
Panettone (q.b.)


Preparazione:

-Strapazzare l’uovo in padella con il burro e un pizzico di sale, per mantenere l’uovo morbido cuocere al minimo. 

-Una volta pronto inserire l’uovo sbattuto nel suo guscio. 

-Preparare le briciole di panettone utilizzando gli scarti: frullare appena appena, in modo grossolano, come fosse un pan grattato 

-Tostare al forno a 150-170° per 5 minuti al massimo. 

-Lasciar asciugare e disporre sull’uovo. L’effetto finale sarà un dolce-salato molto interessante!






Nessun commento: