lunedì 4 novembre 2019

El Pecà ristorante a Milano con cucina di pesce e una drink list tutta da scoprire





Nel centro di Milano c’è un locale unico, che raccoglie in sé diverse anime, un po’ osteria, dove consumare cibo realizzato con materie prime eccellenti e grandi tecniche di cottura mentre si condividono storie, un po’ bar, dove sorseggiare un calice di vino, o meglio ancora, dove scoprire il nuovo cocktail di stagione.

El Pecà (dal milanese, 'il peccato'), sorge proprio in una zona conosciuta nel passato come ‘a luci rosse’, ma non è un posto di perdizione, ma più precisamente un luogo dove perdersi, gustandosi piatti di pesce che con i loro profumi ed il sapore, riportano immediatamente al mare. 

Dietro al progetto c’è Filippo Cadeo, figlio di Cesare Cadeo e già protagonista delle aperture del format That's Vapore, insieme al socio Carlo Carnevale, giornalista e beverage expert, che hanno arruolato in cucina lo chef Romeo Poltronieri, strappandolo dalla brigata di Carlo Cracco, dove era giunto al termine di interessanti esperienze in altre cucine stellate e, dietro al bancone, Gabriel Garcia, origini caraibiche e una grande mano in campo di mixology. 

La cucina, come dicevamo, è specializzata nel pesce, che viene selezionato con grande cura e proposto in ricette creative, con abbinamenti a volte azzardati, ma anche azzeccati. Sarete così conquistati dalle capesante scottate con crema e chips di zucca, melograno e zenzero o dal must del ristorante, il risotto con pistilli di zafferano, gambero crudo di Mazara e liquirizia o ancora, dalla ‘Milano al mare’, una cotoletta insolita, che vede un filetto di tonno con una crosta che denota una frittura perfetta, accompagnata da maionese alla bottarga. 

Degna di nota, anche la cantina, che presenta principalmente vini bianchi di alta qualità, ricercati anche tra piccoli produttori locali, ma sempre più importante è la lista dei cocktail, proposti anche in abbinamento al piatto che andrete a consumare. Il consiglio è di affidarvi a Gabriel, che sicuramente saprà consigliarvi al meglio. 

La drink list di El Pecà è un progetto in evoluzione che vede ad ogni cambio di stagione un’aggiunta ai quattro signature drink. Ricette condivise dedicate ogni volta a qualcosa o a qualcuno che si rispecchi nel nome stesso del locale. 

Quella attuale è un itinerario tra le città più controverse per strade, persone e vizi: da Napoli a Los Angeles fino a Hong Kong. Quattro drink inusuali, come ad esempio l’Americano Napoletano-un twist pensato dalla bar lady Patrizia Bevilacqua o lo Spring Break Paloma per un sorso e fuga in Messico, realizzato da due noti bartender della scena milanese-Marianna Di Leo e Francesco Bonazzi. 

Il locale, circa 30 tavolini per una sessantina di posti, è ospitale ed intimo, il bancone è accogliente, per sorseggiare un drink o anche per un fugace pasto, soprattutto se siete soli, la luce è soffusa e alcuni elementi, come una vecchia colonna di pietra centrale o un lavandino originale, ricordano la Milano di una volta. Ogni dettaglio è curato a partire dall’accoglienza, che troppo spesso viene data per scontata, mentre da El Pecà vi farà sentire i protagonisti della serata.



El Pecà 
Via Orti 7 – Milano
Tel. 02-24164750

Aperto:
lunedì a mercoledì dalle 18:30 alle 00:30 
da giovedì a sabato dalle 18:30 alle 01:30. 
il sabato anche a pranzo dalle 12:00 alle 14:30. 

Chiuso:
domenica


Entrée offerta dalla casa: mousse di ricciola
e orata in chips di legumi, zenzero e arancia

Antipasto misto con cruditè di pesce

Capesante scottate con crema e chips di
zucca, melograno e zenzero

Risotto allo champagne, mantecato con
burro affumicato, gamberi arrostiti e ribes

Milanese di mare - Filetto di tonna cotto
in burro chiarificato, servito con maionese
di bottarga e insalata di finocchi e arance

Mango n.5 - Mousse di mango, cioccolato fondente
soffiato, lamponi e meringa al pepe verde

Gabriel Garcia mentre ci consiglia una ribolla gialla
come accompagnamento per il nostro pasto

Uno dei cocktail che potete trovare
nella drink list del locale


Nessun commento: