About Me

About me – Simona Guarneri

Cresciuta con ‘Colazione da Tiffany’ inutile dire che nel mio immaginario vorrei identificarmi con Audrey Hupburn. La realtà però è differente. La mia fisicità si scontra con lo stile etereo della bella Holly. 
Realisticamente, quindi ho concretizzato quali sono i miei punti di forza e li ho esaltati, cercando di mantenere il suo stile e la sua eleganza, interpretandoli al meglio nello stile classico che prediligo.
Un passato nella pubblicità come art director, un presente che dura da oltre vent’anni nelle testate news di Mediaset, dove, tra l’altro, mi occupo di moda, spettacolo, cronaca bianca, ma da sempre, la necessità di uno spazio tutto mio da gestire, dove condividere con i lettori le mie passioni.
E se l’estetica e il vestire con stile per me è sempre stato importante, altrettanto lo è il vivere sano, alimentarsi in modo corretto e quindi negli anni si è sviluppata un’altra passione, quella per il cibo. Un interesse che non si limita a cucinare nel tempo libero. Amo infatti scoprire alimenti regionali poco conosciuti, andare a scovare produttori locali che poi adotto come ‘fornitori’ per la mia cucina, scoprire nuovi ristoranti, vini da abbinare ai miei piatti, curiosare tra mercatini e sagre regionali. 
E poi, soprattutto d’estate, visto che ho la fortuna di avere una grande terrazza, amo organizzare cene con amici, perché in fondo, cosa c’è di più bello che condividere ciò che cuciniamo con le persone a cui vogliamo bene? 
Nata a Cremona, ma è Milano la mia città d’adozione, che non cambierei per nulla al mondo, dove c’è la mia casa, che poi è anche e la mia confort-zone, nel tempo libero amo viaggiare, scoprire nuovi angoli, soprattutto se circondati d’acqua.
Ah! Sono del segno del Leone, ruggisco, ma difficilmente graffio…

About ‘My Note Style’

Sappi prima di tutto chi sei e ornati di conseguenza‘. Questa citazione di Epiteto spiega perfettamente il legame tra stile ed identità. Ciò di cui ci circondiamo, la casa in cui abitiamo, il cibo che mangiamo, gli abiti che indossiamo, sono una componente sociale che ci classifica.
Ogni scelta che facciamo come consumatori rivela la nostra identità. Lo stile infatti, non solo sottolinea una differenziazione tra ceti, ma permette soprattutto di delineare noi stessi.
La mia nota di stile? Qualità, semplicità ed estetica.
Qualità, perché la materia prima è la cosa più importante, sia essa un tessuto per confezionare un abito o un alimento per cucinare una ricetta, se la qualità è tracciata e sostenibile, si è già a buon punto per ottenere un ottimo risultato.
Semplicità, perché non c’è bisogno di mille orpelli per fare una cosa bella. Tornando alle citazioni, Coco Chanel diceva ‘Prima di uscire, guardati allo specchio e levati qualcosa‘ E per il cibo vale la stessa teoria. Preferisco piatti semplici in cui emerge l’alimento protagonista e pochi altri che ne esaltino il gusto.
Estetica, perché in fondo, l’occhio vuole la sua parte. È vero che la sostanza è importante, ma un abito bello, realizzato con preziosi materiali, se non ben tagliato e confezionato che cos’è? Così come un ottimo piatto presentato male si gusta meno, non trovate?
Partendo da questi presupposti, My Note Style vuole essere per voi una guida che vi racconta, con stile, precisione e personalità le ultime tendenze, news ed eventi nei campi della moda, enogastronomia, viaggi e tempo libero.
Una fonte affidabile che cercherà di darvi idee, spunti ed indicazioni sempre nuovi.

‘La moda passa, lo stile resta’ Coco Chanel