venerdì 1 aprile 2016

Caudalìe, le proprietà benefiche del vino al servizio del beauty





Il vino si sa, è buono e, consumato con moderazione, fa bene, ma non tutti sanno che tra i suoi utilizzi benefici, c’è anche una linea di trattamenti beauty.

Già il suo nome è una promessa: Caudalìe. Una caudalia è un'unità di misura della durata di persistenza in bocca, degli aromi del vino dopo la degustazione. Un secondo di persistenza equivale a una caudalia. E' possibile riconoscere un gran vino dalle sue numerose caudalie.

E questo brand sfrutta proprio tutte le proprietà dell’uva, a partire dai polifenoni, considerando che quelli di vinaccioli sono i più potenti antiossidanti del mondo vegetale e formidabili protettori di giovinezza.


Dopo 10 anni a Roma il brand si è trasferito a Milano, cuore del beauty e della moda, con una sede operativa di lavoro nel centro del capoluogo lombardo, dove ho incontrato Antoine Hivet, General Manager Italia.


Come nasce Caudaliè?
Nasce in Francia circa 20 anni fa, da un incontro tra il professore Vercauteren e Mathilde Thomas, che insieme al marito, Bertrand, gestisce i vigneti di famiglia a Bordeaux (Francia). Questa unione ha messo in luce i benefici dell’uva, i polifenoli, e da qui si è sviluppata l’idea ed i brevetti. 

Il Professor Joseph Vercauteren è uno degli specialisti mondiali dei Polifenoli. Direttore del laboratorio di Farmacognosia alla Facoltà di Farmacia di Montpellier, in Francia, associata con il CNRS (il Centro Nazionale della Ricerca Scientifica in Francia) ed è rimasto consigliere scientifico del polo di ricerca di Caudalie.

Qual è la filosofia che sta alla base del marchio?
La naturalità. Nasce come valore personale della creatrice di Caudaliè, che ha deciso di togliere tutti i parabeni e gli ingredienti chimici, tipici del mondo cosmetico, sostituendoli con ingredienti di origine vegetale e naturale, che fanno bene alla pelle e alla salute. Un altro aspetto importante sono le fragranze, la texture, che deve essere come una coccola, un momento piacevole. 

A proposito di coccole, Caudaliè è anche una Spa?
Scavando nelle terre della proprietà, hanno scoperto una sorgente d'acqua calda a 500 metri di profondità di cui sono stati utilizzati tutti i benefici associandoli agli estratti della vite e dell'uva, così da creare dei trattamenti Spa unici. La prima Spa Vinothérapie® nasce nel 1999 e la sua creazione ha dato anche una maggiore identità al prodotto. 

Dove si vuole posizionare oggi il brand? 
Caudaliè è un marchio che vorrebbe diventare 'l’Hermes della cosmesi', ovvero un marchio di alta qualità. Non vogliamo stare in profumeria, ma rimanere in farmacia, con valori di rispetto, sia verso l’ambiente, sia verso le donne che usano il nostro prodotto.

Quali sono le ultime linea che troviamo sul mercato?
Ad ottobre scorso è stata lanciata Resveratrol [Lift], un nuovo brevetto depositato in collaborazione con l’Università di Harvard, è una linea rassodante con l’utilizzo di un complesso microstabilizzato di acido ialuronico pensata per le pelli over40: quattro nuove referenze per ritrovare una pelle distesa, ringiovanita e setosa. Ad inizio anno si riparla della linea Vinosurce Idratant a base di acqua d’uva, questa acqua famosa vegetale, idratante e lenitiva, che idrata e sminuisce la sensibilità. 

Caudalìe
http://it.caudalie.com/

Nessun commento: